Sabato, 25 Giugno 2022
Tommaso.jpg

Tommaso

Tommaso, classe ’91.

Mi sono unito alla compagnia nel 2014 portando con me un bel bagaglio di favolosità e di voglia di mettermi sempre in gioco. Per questo motivo ho interpretato ruoli molto diversi tra loro, ma ai quali ho sempre cercato di aggiungere un pizzico della mia essenza.

Ho iniziato interpretando un regista bacchettone e con il cazziatone sempre pronto, per poi vestire i panni ormai tremendamente fuori moda di un adolescente con problemi di coppia. In questo spettacolo ho avuto modo di deliziare i compagni attori e il pubblico con le mie dote canore e di danzatore e per questo non ho più né cantato né ballato in nessun altro ruolo. Dopo aver abbinato gli occhiali squadrati di Woody Allen a una tunica greca e recitato battute in lingua dei segni, ho impugnato la spada di Lisandro per conquistare il cuore della bella Ermia (o era della bella Elena?) e mi sono vestito di fiori per dare vita alla storia di Lucina e Luigi, i veri Giulietta e Romeo vissuti in Friuli. In Casins! rivelo le mie origini marchigiane dando voce alla signora Irma, quella pettegola svogliata della signora delle pulizie!

In pochi anni di recitazione ho fatto molto e sono molto cresciuto, ma la strada è sempre in salita e sono prontissimo a vestire tanti altri costumi e, se necessario, altre parrucche.

Ma cos’è il teatro se non ci sono anche i “dietro le quinte” delle prove e dei momenti divertenti in compagnia? Che sia una birra insieme, un aperitivo prima di provare, una cena in costumi medievali, un buffet per fare brainstorming sui nuovi testi il comune denominatore è solo questo: il piacere di stare in questa compagnia così unica e inimitabile.